Little Geese: The Ocarina Forum is an on-line community for ocarina makers, musicians and enthusiasts, with a free resource depository containing sheet music and learning materials
Little Geese: The Ocarina Forum Little Geese: The Ocarina Forum
Internet Relay Chat Facebook page YouTube channel
Translation:

It is currently 22 Feb 2019, 07:12

All times are UTC [ DST ]


Forum rules


Please post music only in standard notation, as a PDF, a picture or an ABC notation code. Do not post pictorial, numerical or any other ocarina tablatures.


Do not post copyrighted material, unless you can provide the proof of copyright holder's explicit permission to be used publicly on this forum.




Post new topic Reply to topic  [ 3 posts ] 
Author Message
 Post subject: Esempi di tecnica strumentale sulla quadrupla-P
PostPosted: 01 Oct 2012, 12:19 

User avatar

Member

Member

 

Posts: 142

Joined:

02 Aug 2012, 14:57

 

Offline

D'accordo, niente di eccezionale, ma un chiaro esempio delle possibilità tecniche di questo nuovo tipo di ocarina.
Ho riprodotto alcuni passi dimostrativi, senza tanti artifici, ma con l'intento di porre dei punti fissi sulla disponibilità tecnica della quadrupla-P.

-Le tre scale (DO, FA, SOL Maggiori) sono le più semplici che si possono riprodurre, ma è possibile notare la fluidità dei passaggi da una camera all'altra.
-L'arpeggio (quasi accordo) di 4 suoni (dominante/tonica) rende anche l'idea del legame che congiunge i quattro corpi.
-Il quarto esercizio è un arpeggiato continuo basato sulla scala armonizzata secondo la ricetta Vallotti (XVIII sec.) è un veicolo molto interessante per apprendere l'uso dell'ocarina secondo schemi armonici abituali e comuni nella cultura classica occidentale.
In futuro produrrò altri esempi tecnici utili a mostrare le possibilità esecutive, assolutamente interessanti per chi vuole far musica a livello erudito attraverso l'ocarina (ci sarà pure qualcuno al mondo).

Che l'ocarina quadrupla-P italiana sia un altro strumento, in relazione alla sua progenitrice monocamera di Budrio, mi pare evidente, che venga utilizzata comunemente per far musica, questo leverà alcuni anni sicuramente, ma alla fine sono convinto che verrà adottata e riprodotta universalmente....... sono un visionario? forse si !


www.giorgiopacchioni.com/ocarinanuova


Top
 Profile  
 
 Post subject: Re: Esempi di tecnica strumentale sulla quadrupla-P
PostPosted: 01 Oct 2012, 12:38 

User avatar

Member

Member

 

Posts: 486

Joined:

02 Aug 2012, 00:49

Location:

Zagreb, Croatia

 

Offline

Correct me if I am wrong: in most circumstances, only two fingers need to be moved when switching chambers - this gives fluency to passages otherwise very difficult on oriental triple ocarina.


This all applies to the triple-P ocarina, obviously without the three extremely high notes (Eb, E and F).



Top
 Profile  
 
 Post subject: Re: Esempi di tecnica strumentale sulla quadrupla-P
PostPosted: 01 Oct 2012, 12:42 

User avatar

Member

Member

 

Posts: 142

Joined:

02 Aug 2012, 14:57

 

Offline

Krešimir wrote:

Correct me if I am wrong: in most circumstances, only two fingers need to be moved when switching chambers - this gives fluency to passages otherwise very difficult on oriental triple ocarina.


This all applies to the triple-P ocarina, obviously without the three extremely high notes (Eb, E and F).


Sei un ottimo osservatore, tutto corretto.




Krešimir wrote:

This all applies to the triple-P ocarina, obviously without the three extremely high notes (Eb, E and F).


Non ti ho specificato che ovviamente nella tripla questo passo, attraverso 2 dita sole, avviene una volta solo (tra corpo 2 e corpo 3), nella quadrupla avviene due volte (secondo/terzo, terzo/quarto).


È anche curioso rimarcare che questa caratteristica di usare 2 dita solo, nella quadrupla, si ritrova anche nella antica tecnica strumentale del clavicembalo in cui le scale venivano effettuate con 2 dita (solitamente 3-4 in ascesa e 3-2 in discesa.


Inoltre tutte le articolazioni strumentali antiche sia degli strumenti ad arco che degli strumenti a fiato avevano come punto comune la articolazione binaria, dell'arco (n/v) o della lingua (te-re) che assecondava le leggi del contrappunto che utilizzava le note rapide per grado congiunto in successione di buona-cattiva...... ma qui il discorso si fa complesso e mi fermo.



www.giorgiopacchioni.com/ocarinanuova


Top
 Profile  
 
Display posts from previous:  Sort by  
Post new topic Reply to topic  [ 3 posts ] 

All times are UTC [ DST ]


Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest


You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot post attachments in this forum

Search for:
Jump to:  
cron


Administration contact email:
Bulletin board software by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group